Lien

Da Hallway Wiki.
Vai alla navigazioneVai alla ricerca
Lien Slaileer
Alias Lien
Titolo Il Portatore del Dono
Il Ricordante
Fazioni Custodi
Piano Geldar
Razza Altir
Cultura Nibinur
Nascita 1291 rC, Nibi

Abilità Ricordante

Lien è un altir apprendista del fabbro Mendian nel villaggio di Nibi, figlio di Kialen Slaileer e nipote della strega Bogala. All'età di sedici anni, ha casualmente scoperto un misterioso artefatto che ha custodito per anni, prima di partire per un lungo viaggio.

Aspetto

Lien è descritto come un giovane ragazzo dai capelli grigi, snello ma con braccia robuste. Anche i suoi occhi sono di un colore grigio spento. Ha un carattere determinato, ma è spesso confuso o stravolto dalle troppe informazioni che gli vengono comunicate dai suoi amici Medira e Serkel; è generalmente amichevole ed evita di essere aggressivo quando è possibile. Ha un neo dietro al collo dalla sagoma simile ad una minuscola mano.

Storia

Lien nacque nel 1291 a Geaseri nella regione di Nibi, da un esploratore di origini sconosciute e una pescatrice geaserica, Kialen. Dopo il misterioso allontanamento di Kialen dalla sua terra, Lien venne affidato alla madre di Kialen, Bogala, una arcana che viveva rifugiata nelle terre selvagge di Nibi e che lo istruì nell'arte delle foglie incolori.

Quando fu abbastanza grande da lavorare, si guadagnò da vivere come apprendista da Mendian, il fabbro del villaggio.

Nel 1308, nella foresta di Nibi, Lien trovò un artefatto abbandonato, che custodì segretamente per un anno. Tempo dopo, quando anche Bogala sparì senza preavviso, Lien partì alla ricerca di risposte. Attivando accidentalmente l'artefatto, Lien venne catapultato in una foresta grigia, il Vailrot, che lo trasportò fino a Cadedor, capitale di Mormigar. Qui incontrò Medira Nestra, studentessa dell'Accademia, e Serkel Raum, un nobile che aveva perso tutti i suoi averi.

I tre si addentrarono nella biblioteca dell'Accademia per scoprire di più sul Laamram, il piatto nero di Lien. Qui Lien scoprì che solo lui, dei tre, riusciva a leggere le iscrizioni sul piatto, che si rivlearono essere scritte in lingua lothmayen. Nel frattempo, un gruppo di omier infiltrati tentò di assassinare il gruppo. I tre scamparono all'imboscata attivando di nuovo il Laamram e finendo in un punto imprecisato di Siler, dove furono recuperati da un orso scattaforma, Ders. Ders si rivelò essere un guardiano del Doovi, e scortò il gruppo fino al vicino villaggio di Lasirun.

A Lasirun, Lien e gli altri incontrarono Padre Dogur, sacerdote del Guanto Nero, il culto di Aguri.

(*Non ancora canon, ripreso dalla wiki vecchia*) Si mise poi in contatto con un misterioso individuo, una donna di nome Colipa. Lien usò quindi il Laamram per entrare nel Sentiero di Vailrot e visitò diversi luoghi sparsi per Geldar: una torre Pavvlav nelle Mobbie e un Teema, un villaggio nel nord di Siler. Durante quest'ultimo tragitto, oltre a incontrare un jen di nome Vila, Lien si diresse a nord del villaggio, dove trovò un insediamento di mimarod preoccupati per la catastrofe che stava per incombere su Geldar. Fornirono coordinate al Laamram di Lien, che lo utilizzò per locarsi a Dabarbo, dove trovò l'Altare di Gabi.