Nanha

Da Hallway Wiki.
Vai alla navigazioneVai alla ricerca

Re Nanha, noto come l'assassino di Pacheo, è stato l'immortale del Pugnale per più di mille anni, dal 783 RC al 742 LC. Controllando dapprima l'occidente di Varconde, partendo da Adramia, e in seguito conquistando l'intero arcipelago di Polia di fatto ponendo fine all'impero dei megi, Nanha è considerato uno degli individui che ha avuto più potere nella storia di Geldar.

Storia

Origini

Le origini di Nanha sono poco note; se è impossibile rintracciare la sua provenienza, è difficile persino stabilire la sua razza. Secondo le ipotesi più accreditate, Nanha è un altir uomo. Alcuni credono che Nanha sia in realtà un gruppo di cospiratori e non un singolo individuo, ma ciò è smentito dalle sue azioni.

L'assassinio

Nel 783 il re di Adramia, Pacheo, venne ucciso da Nanha. Molti altri, nel corso dei meri 18 anni passati dalla sconfitta di Shai, avevano tentato di strappare l'immortalità al re Pacheo: Nanha ci riuscì, usando la stessa arma che Pacheo aveva usato contro Shai: il Balevirnium. Non appena giunse la notizia che il re illuminato era morto, le figlie di Pacheo cercarono disperatamente di ostacolare la salita al potere dell'assassino, riuscendo solamente a sottrargli il pugnale e a nasconderlo nell'isola dei re, la cui posizione è nota solo alla stirpe reale.

Alla ricerca di Varlea

In seguito, le figlie di Pacheo furono costrette a fuggire, per evitare di essere perseguitate e uccisi dal nuovo re. Con la loro scomparsa, vennero perduti alcuni segreti: a Varlea, l'isola dei re, si trovavano la fortezza Varjego e il Balevirnium stesso. Nanha cercò disperatamente informazioni sul conto dei discendenti di Pacheo, setacciando l'intera Varconde occidentale. I "re vagabondi", come verranno chiamati, erano in realtà in esilio, lontano dal continente.

L'Impero scuro

La guerra contro i Megi

I Liberatori

Parsec

Ritirata nell'Olkirinir

Jona